ITALIA  
 
Il Museo Informatico di Commodore 64 Italia
 
 
Gli ospiti del museo

Acorn Electron B
Amstrad CPC464
Amstrad PPC512
Apple II+
Apple IIc
Apple IIe
Apple IIe Enhanced
Apple Macintosh Plus
Apple Macintosh SE
Apple Macintosh Classic
Apple Macintosh LC II
Atari VCS
Atari VCS "Darth Vader"
Atari 2600 jr.
Atari 400
Atari 600XL B
Atari 800XL B
Atari 130XE
Atari 1040 STE
Canon V-20 MSX
CBS Colecovision
Commodore PET 3016
Commodore PET 3032
Commodore PET 4032
Commodore MMF9000 SuperPET
Commodore CBM 8032-SK
Commodore CBM 8096-SK
Commodore CBM 8296
Commodore CBM 8296-D
Commodore CBM-II 610
Commodore CBM-II 710
Commodore CBM-II 720
Commodore PC-10 II
Commodore VIC-20 B
Commodore 64 B
Commodore 64C B
Commodore 64G
Commodore 64 ALDI
Commodore SX-64
Commodore 16
Commodore 116 B
Commodore Plus/4 B
Commodore 128
Commodore 128D B
Commodore Amiga 500
Commodore Amiga 500 Plus B
Commodore Amiga 600
Commodore Amiga 2000
B
Dragon 32 B
EACA Colour Genie EG2000 B
Enterprise Sixty Four B
Exelvision EXL100
Fenner SPC-800 MSX
Frael Bruc 100
IBM 5140 PC Convertible
IBM 5150 PC
IBM 5160 XT
IBM 5155 Portable PC
IBM PS/2 Model 30
IBM PS/2 Model 30-286
Matra 3600
Matra Hachette Alice
Mattel Acquarius B
Mattel Intellivision B
Olivetti M10
Olivetti M15
Olivetti M24
Olivetti Prodest PC128
Olivetti Prodest PC128S
Olivetti Prodest PC-1
Oric Atmos
Oric-1
Philips P2000T
Philips G7000 Videopac B
Philips G7400 Videopac+

Philips VG 8010 MSX
Philips VG 8020 MSX
Philips NMS 8245 MSX-2
Sanyo MPC-100 MSX
Sanyo PHC-28S MSX
Schneider CPC-6128
Schneider VG5000
SEGA SC-3000 NEW
Sharp MZ-731
Sinclair ZX-81
Sinclair Spectrum 16K B
Sinclair Spectrum 48K
Sinclair Spectrum Plus B
Sinclair Spectrum 128K
Sinclair Spectrum +2 B
Sinclair Spectrum +2A
Sinclair QL B
Sony HitBit HB-201P MSX
Sony HitBit HB-75D MSX
Spectravideo SVI-728 MSX
SWTPC 69/A
Tandy Color Computer 2 B
Tandy MC-10 Micro Color B
Tandy TRS-80 Model I
Texas Instruments CC-40
Texas Instruments TI99/4A B
Thomson MO5
Thomson MO5-2
Thomson TO7
Thomson TO7/70
Thomson TO8-D
Thomson TO9
Timex-Sinclair TS1000 B
Toshiba HX-10 MSX
Triumph Adler Alphatronic P2
Triumph Adler Alphatronic PC B
V-Tech Laser 50 B
V-Tech Laser 200
V-Tech Laser 310 B
V-Tech Laser 500
Yeno SC-3000H
Zanussi Creativision B NEW

Alcuni accessori del museo


Apple Disk II
Apple Disk IIc
Apple DuoDisk
Apple Drive 3.5
Apple 40SC
Apple Monitor II
Apple Silentype
Atari 1010 B
CardCo CardRAM B
Commodore 1010
Commodore 1541 B
Commodore 1541c
Commodore VIC-1541
Commodore 1541-II
Commodore 1551
Commodore 1571
Commodore 1702 Monitor
Commodore SFD-1001
Commodore 3040
Commodore 4040
Commodore 8050
Commodore 8250 LP
Commodore 3022 Tractor Printer
Commodore MPS801
Commodore MPS802
Commodore MPS803 B
Commodore Joystick & Paddle B
Commodore 1530 Datassette B
Commodore 1531 Datassette B
Commodore 1351 Mouse B
Commodore 6499 Telematico B
Mattel Registratore Acquarius B
Mattel Plotter Acquarius
Mattel Intellivoice B
Schneider Monitor GT-65
SIEL CMK-49 B
Sinclair Interface 1 & 2
Sinclair Microdrive
Sinclair 16K Rampack
Sinclair ZX Printer
Spectravideo SVI-767
Tandy Esp. 16K Per MC-10
Thomson Registratore MO5 B
Thomson Interf. Joystick MO5
Timex-Sinclair TS1016 B
V-Tech DR-30 Registratore
V-Tech Esp. 16K per Laser 200

Legenda:
B = con scatola originale
NEW = nuova acquisizione
Benvenuto nel museo informatico di Commodore 64 Italia! Molte sono le macchine che hanno contribuito a scrivere la storia dell'informatica, alcune solo poche pagine, altre interi capitoli; alcune avanzate e innovative, altre semplici ed efficaci; alcune conosciute ed amate, altre ormai quasi dimenticate ma tutte con la loro personalità e tutte degne di rispetto. Con questa iniziativa ci proponiamo di recuperare e salvaguardare dalla distruzione questi oggetti che hanno concluso la loro vita commerciale ma che cionondimeno fanno parte della nostra storia.
Alcuni numeri sul museo (al 11/2006)
Computer e console: oltre 170 esemplari, di cui oltre 115 diversi.
Periferiche ed accessori: oltre 100 pezzi.
Software originale su cartuccia: oltre 210 pezzi.
Software originale su cassetta e disco: oltre 215 pezzi.
Manuali, libri e riviste: oltre 235 pezzi.
Integrati di ricambio: oltre 200 pezzi.
Totale (escluso integrati): oltre 930 pezzi.

Il museo di Commodore 64 Italia è interessato ad acquisire vecchi computer, home e personal del periodo 1972 - 1992 di qualsiasi marca e modello ad esclusione dei comuni PC compatibili assemblati. Prodotti di marche non solo Commodore, ma anche Apple, Atari, IBM, Sinclair, Amstrad, Mattel, Acorn, Philips ed MSX in genere, Texas Instruments, Tandy, le macchine da ufficio con sistema oprativo CP/M e molte altre sono di nostro interesse, così come periferiche ed accessori dell'epoca, riviste di informatica e videogiochi fino al 1989, software e giochi originali su cartucce, dischetti ed eventualmente cassette. Se volete donare materiale di tale tipo al museo di Commodore 64 Italia, se volete dare al vostro vecchio computer una nuova casa scriveteci: contribuirete a preservare la storia dell'informatica ed a salvaguardare dalla distruzione e dallo smaltimento computer obsoleti ormai in dismissione. Per tutto il materiale di ns. interesse le spese di spedizione saranno a nostro carico. Non è importante se gli oggetti sono già presenti nel museo, poiché spesso tra macchine dello stesso tipo possono esservi sottili differenze, quali revisioni, espansioni o modifiche interne. Inoltre se avete un sistema mini o mainframe ormai obsoleto e volete liberarvene fatecelo sapere e potremo indirizzarvi verso chi sarà felice di ospitarlo ed eventualmente organizzare un ritiro.

Il Museo

In attesa di poter disporre di spazi più ampi, il museo si appresta a presentare una vetrina virtuale. Ma come vengono trattate le macchine reali? Tutti i pezzi sono ordinatamente disposti su resistenti scaffali in metallo verniciato in grado di sopportarne il peso senza scomporsi ed all'interno di ambienti chiusi e non esposti direttamente al sole, ma con una griglia di areazione comunicante con l'esterno. In tal modo l'ambiente si mantiene fresco d'estate e permette di combattere l'umidità d'inverno. L'aria viene comunque cambiata più volte a settimana. Le macchine che hanno la propria scatola ed i propri imballi permettono di compattare ed ottimizzare l'occupazione dei ripiani e ad esse è assegnata una zona specifica. Una volta all'anno le macchine vengono a turno riaccese e testate per verificarne il corretto funzionamento, quando ha luogo la pulizia generale della stanza. Il software originale, i libri, i manuali e le riviste trovano posto in una libreria apposita.

Il "Laboratorio"

Quando le unità presentano difetti o malfunzionamenti oppure vengono donate o recuperate non funzionanti trovano a turno posto sul "tavolo operatorio". Gli strumenti sono costituiti da un saldatore a temperatura regolabile, un dissaldatore a pompetta, un multimetro digitale ed una serie di piccoli strumenti come pinze, estrattori, set di cacciaviti e tutto quello che può servire ad una riparazione. La documentazione ed i manuali di servizio forniscono le informazioni per la diagnosi di guasti e per eseguire i test necessari. In futuro è pianificato l'acquisto di una stazione dissaldante e di un'oscilloscopio. Una abbondante ricambistica appositamente raccolta fornisce, oltre ai componenti discreti, regolatori, logiche serie 74, CPU, controllori, Eprom, memorie ed integrati custom (sopratutto di derivazione Commodore) e costituisce il presupposto imprescindibile ad una corretta manutenzione e riparazione delle vecchie macchine. Quando non sia possibile riparare il guasto, ad esempio per la difficoltà di estrarre un componente o di reperire un ricambio, il problema diagnosticato viene annotato e la macchina temporaneamente messa a riposo in attesa di tempi migliori.

Ecco ad esempio il trattamento portato al nostro SX-64 che ha manifestato un "vuoto di memoria": l'unitÓ, pur funzionando regolarmente, mostrava all'accensione solo 7K liberi. Il sospetto Ŕ che si fosse bruciato uno o pi¨ integrati DRAM 4164, ma quali? Non Ŕ semplice raggiungere la scheda processore all'interno della macchina e ancor meno rischiare una dissaldatura brutale alla cieca. Per tale motivo, sfruttando delle apposite basette pre-incise, abbiamo realizzato una cartuccia in grado di accogliere una eprom 2764 sulla quale abbiamo trasferito un programma diagnostico. Il programma ha identificato il guasto in uno specifico chip di memoria che sarÓ ora possibile sostituire con un intervento mirato.
Questa collezione è ospitata privatamente in Toscana, non distante dalla Strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Il museo di Commodore 64 Italia opera senza fini di lucro alcuno, guidato solo da una passione personale e tanta pazienza :)
Il materiale elencato non è in vendita. E' disponibile a richiesta una piccola lista di materiale in surplus per scambi con altri appassionati.